Non bisogna mai accontentarsi in amore?

Accontentarsi in amore: è giusto oppure no? Secondo gli esperti ci sono fattori da non sottovalutare prima di decidere di accontentarsi in amore e vivere una storia piatta.

Accontentarsi è una parola triste e deprimente. Poche persone ti direbbero direttamente di accontentarti di avere meno di quello che ti meriti. Una serie di studi dimostrano che le persone che hanno paura di stare sole hanno anche più probabilità di prioritizzare l’avere una relazione piuttosto che la qualità della relazione. Chi ha paura di restare solo tende a portare avanti relazioni che non lo soddisfa pienamente, e spesso anche a sopportare atteggiamenti sgradevoli del partner.

Le persone che hanno perennemente bisogno di stare con qualcuno, e che tendono ad accontentarsi in amore solo per paura di rimanere single, probabilmente sono persone che non riescono a stare bene con se stesse. Avere un partner è un modo per sentirsi più realizzati nella società. A livello culturale è consolidata l’idea secondo la quale l’affermazione di una persona si consacri con la sicurezza derivante da un rapporto di coppia stabile. Sposarsi e avere dei figli talvolta diventa qualcosa di imposto a causa delle pressioni sociali e familiari.

Esistono anche persone arriviste e “calcolatrici” che possono accontentarsi in amore soprattutto al fine di garantirsi un futuro stabile da un punto di vista economico. Queste persone, pur di “incastrare” qualcuno dalla buona posizione lavorativa, sociale e reddituale, sarebbero disposte a fare di tutto.

LEGGI ANCHE: Resta single finché non trovi una persona così

Chi continua ad essere single dopo una detrminata età, tende ad essere visto come troppo esigente e viene incoraggiato ad abbassare i propri standards. È anche probabile che chi è single si trovi a dover affrontare un certo stigma sociale. Quindi nessuno si stupisce se le persone si precipitano ad accasarsi prima di essere pronte, o prima di trovare una persona adatta con cui farlo.

Non essere in coppia è una buona opportunità per costruire amicizie solide, svolgere attività interessanti, e sviluppare un senso di valore e identità che non dipende dall’amore e dall’approvazione di un partner. Tutte queste esperienze ti saranno utili quando ti troverai in una relazione.

Dunque in amore non bisogna mai accontentarsi per i seguenti motivi:

1. Perdi l’opportunità di incontrare la persona della tua vita. Gli psicologi Daniel Kahneman ed Amos Tversky hanno dimostrato che quando si tratta di prendere decisioni non siamo sempre razionali, anzi. In particolare, abbiamo una distorsione cognitiva, l’avversione alla perdita , che descrive bene la tendenza, tutta umana, ad essere più sensibili ad una perdita che ad un guadagno. Perdere 100€ ci fa sentire molto male, ma guadagnare 100€ non ci fa sentire, in proporzione, altrettanto bene.

2.Essere single ha i suoi lati positivi. Non pensate che i single sono tristi e soli, anzi! Escono, si divertono, si prendono molta cura del proprio aspetto, sono sempre pieni di energia e hanno tantissimi amici. Tuttavia, come ha mostrato la ricerca di De Paulo, uno degli svantaggi di essere single è che chi lo è, deve affrontare molti pregiudizi. In realtà una persona single può essere generosa, matura e finanziariamente solida così come una persona sposata.

3. Hai maggiore probabilità di ammalarti. L’umore e la salute vanno a braccetto. Hai notato che quando sei allegra ti ammali di meno e sei piena di energie? All’opposto, se sei triste e/o apatica ti ammali più facilmente: la tue difese immunitarie si indeboliscono.

4. Finirai per circondarti di persone frustrate (come te). La felicità degli altri, invece di spronarti a lottare per conquistarti la tua, ti renderà ancora più infelice. Quindi preferirai circondarti di persone frustrate e insoddisfatte.

Author: Se red

Share This Post On