Le donne di successo inibiscono gli uomini

Belle, forti, indipendenti e con una bella carriera avanti. Questo sarebbe il cocktail fatale che secondo gli scienziati inibisce e allontana dalle donne di successo gli uomini, anche quelli più sicuri e risoluti.

A rivelare tale teoria è stato uno studio pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology, che dice che secondo i dati, pare che se i ruoli tra uomo e donna si ribaltano, è più facile che il compagno o marito si senta inadeguato e frustrato.

La ricerca ha preso in esame su un campione di 896 uomini e donne fra gli Stati Uniti e i Paesi Bassi. Le persone sono state sottoposte a questionari in cinque diverse fasi. A confermare i risultati della ricerca anche psicologi e terapisti della coppia, autori di libri e ricerche sul tema.

James O’Neil dell’Università del Connecticut, specializzato nello studio del rapporto fra generi, intervistato dal Wshington Post ha detto che: “Il risultato di questo studio è convincente. In una visione maschile è l’uomo che deve avere successo e moti pensano che dovrebbero essere più bravi e competitivi delle donne. La società prevede che l’uomo abbia un ruolo ‘da vincitore”. Ma oggi le cose stanno cambiando e succede nelle famiglie non siano più i padri a gestire il bilancio”.

Insomma secondo lo studio internazionale, coordinato dall’Università della Florida, il successo femminile può ‘avvelenare’ l’amore, perché oscura il partner, provocando in lui un senso di frustrazione. Una moglie che guadagna di più e passa molte ore fuori casa, spaventa la maggior parte degli uomini intervistati. Tensioni che aumentano soprattutto se il compagno o il fidanzato non è soddisfatto del proprio lavoro.

LEGGI ANCHE: Le tante caratteristiche delle donne forti

Gli uomini che reagiscono in questo modo – spiega Aaron Rochlen docente all’Università del Texas a Austin, che da tempo studia l’evoluzione del mondo maschile – sono legati a idee della vecchia scuola. Quello che si può definire ‘il modello John Wayne’ che vede il partner alla guida della famiglia, con completo controllo della compagna. Sono loro a gestire le finanze e a guidare anche il rapporto di coppia. Sono atteggiamenti superati, che mal si conciliano con la vita di oggi”.

Un problema affrontato già in precedenti inchieste. Secondo una ricerca pubblicata recentemente sul quotidiano americano New York Times, il ribaltamento dei ruoli non fa bene al sesso, fino a mettere a rischio molte relazioni.

Inoltre secondo altri studi è emerso che agli uomini in realtà piacciono le donne intelligenti ma solo da lontano. A dirlo è un’équipe di scienziati delle University of Buffalo e University of Texas at Austin, in un lavoro appena pubblicato sulla rivista Personality and Social Psychology Bulletin: secondo i ricercatori, gli uomini, pur essendo attratti da donne intellettualmente prestanti, ne temono il confronto. E, in ultima istanza, tendono a preferire loro donne meno brillanti.

Insomma i maschietti soffriranno per sempre vicino a donne forti e brillanti pur essendone attratti. Ricordiamo, che questa teoria non è una novità, infatti già nel 2013, un altro studio pubblicato sul Journal of Personality and Social Psychology aveva smascherato questa sorta di vigliaccheria maschile, svelando che gli uomini soffrivano di calo dell’autostima in risposta a successi intellettuali delle proprie mogli o fidanzate. E il lavoro recente, seppur condotto su un campione abbastanza ristretto, sembra confermare questa teoria.

Author: Se red

Share This Post On