Le bugie possono salvare un rapporto di coppia

A definirlo sono state le ultime ricerche scientifiche che hanno rilevato come le bugie a volte possono far davvero bene alla coppia e possono addirittura salvare il rapporto.

A dirlo è stata la Prof.ssa Marianne Dainton, docente alla La Salle University di Philadelphia, che si è occupata di studiare casi molto vari. Dopo aver effettuato decine di studi sulla comunicazione nei rapporti, la Daiton è giunta alla conclusione che nella sincerità estrema esiste una grande fonte di insoddisfazione.

La professoressa in un articolo sul Wall Street Journal , spiega che non tutte le bugie sono soddisfacenti, ma sono convenienti quelle che arrivano ad evitare la fine di un rapporto.Inoltre va ricordato che secondo le analisi, la donna si dimostra per natura abile nel creare una bugia, studiarne i dettagli e costruirne la sceneggiatura, il tutto nel tentativo di proteggere il proprio uomo, anche quando agisce “contro” di lui. L’uomo, invece, ricorre per indole molto spesso alle mezze verità, dimostrandosi incredibilmente più diretto ed immediato, senza troppi giri di parole.

“Questo tipo di bugie, definite innocue, compiono una funzione che normalmente si trasforma in vera e propria barriera protettiva. Sono bugie, od omissioni, che si realizzano con l’intenzione di proteggere la persona alla quale vogliamo bene, che appartengono a una situazione sfavorevole per ambedue che apparirebbe deleteria se dicessimo la verità”, afferma la Daiton.Secondo Canyamars, la cosa importante in un rapporto è trovare un compromesso tra le bugie positive e quelle negative e soprattutto avere buon senso:

“Le cose che riguardano il bello sono esempi tipici. Se la partner chiede se i suoi seni sono i più belli che abbiate mai visto, sebbene la nostra prima ragazza ne avesse di migliori, è meglio rispondere con un sì. Se l’intuizione ti suggerisce di stare zitto, è perché altre parole potrebbero far precipitare tutto”.

LEGGI ANCHE: Le persone amano le bugie. Ecco il motivo

“Se avete un figlio e non l’avete detto al vostro compagno, non state mentendo attivamente, ma è qualcosa di più grave che dire non vi piace la sua camicia appena comprata, benché non sia vero ciò che pensate”.

Tuttavia, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Social and Personal Relationships, il 71% delle persone intervistate, alla domanda cosa ha significato una bugia in amore, hanno risposto che essa ha creato distanza fra di loro.

“È utile dire ogni tanto una bugia per trasformare il tutto in una cosa più leggera?, spiega Cañyamars, “perché ci sono occasioni in cui è consigliabile mentire per proteggere l’altra persona e proteggerci noi stessi”.

Comunque sia, una bugia qui e la, bianca ovviamente, di sicuro non può danneggiare la coppia, tuttavia è bene stare alla larga dalle persone definite bugiarde croniche, perchè potrebbero essere davvero fastidiose. Per esempio è da evitare il bugiardo patologico è colui che mente incessantemente per cercare ottenere qualcosa e lo fa senza troppo curarsi delle conseguenze che questo comportamento può avere sugli altri, fossero anche “solo” conseguenze emotive.

Il bugiardo compulsivo invece non mente per raggiungere un fine specifico; mente semplicemente per abitudine e soprattutto perché mentire lo fare stare meglio di quanto starebbe dicendo la verità.

Inoltre vi invitiamo a notare che riconoscere una persona che mente non è poi così difficile, infatti ci sono anche molti indizi non verbali quando una persona mente. Anche se gli autori dicono che evitare il contatto oculare spesso può significare evasione questo non è uno di quelli, poiché molte persone guardano da un’altra parte durante le conversazioni.

Più rivelatori sono invece comportamenti come: nascondere le labbra o gli occhi, schiarirsi la gola o deglutire, morsicarsi o leccarsi le labbra e quello che gli autori chiamano “anchor point movement” cioè spostare il peso e la posizione del corpo.

Un ultimo segnale è sudare abbondantemente. Se la persona si passa il foulard o una mano sulla fronte forse non è proprio a suo agio.

Author: Se red

Share This Post On