La “falsa memoria” dei consumatori di cannabis

Il consumo abituale di cannabinoidi espone i fumatori ad un maggior rischio di produrre falsi ricordi… Emerge da un nuovo studio pubblicato sulla rivista “Molecular Psychiatry”, a firma di un gruppo di ricercatori Hospital de Sant Pau e dell’Universitat Autònoma de Barcelona.

La memoria dell’uomo è frutto di un processo soggetto a diversi problemi. Uno è la difficoltà nel trattenere le informazioni apprese o nel recuperare i l ricordo di un evento accaduto: in questo ambito, è noto da anni l’effetto negativo dell’abuso di sostanze.

La "falsa memoria" dei consumatori di cannabis

Altro problema riguarda la formazione di falsi ricordi, che può portare una persona a ricordare un evento che gli è stato solo raccontato, come accade comunemente nei bambini, oppure ha immaginato. I falsi ricordi si manifestano anche in diversi disturbi psichiatrici e neurologici, ma i falsi ricordi subentrano anche con il naturale invecchiamento della persona.

Author: Redazione

Share This Post On