Coppia litigiosa. Tutta colpa della dieta

Litigate spesso e non capite il perchè? Forse è tutta colpa della vostra dieta alimentare. E’ stato dimostrato che la coppia che mangia cibi poco zuccherati ha più possibilità di litigare durante la giornata.

Sarà infatti capitato anche a voi di sentirvi più aggressivi e nervosi durante una dieta mentre mangiare in modo equilibrato e gustoso è il modo migliore per vivere in modo sereno e felice. La ricerca condotta dal docente di comunicazione e psicologia Brad Bushman della Ohio State University (Usa), insieme ai colleghi dell’Università del Kentucky e della University of North Carolina di Wilmington, ha dimostrato con prove schiaccianti che “non vederci più dalla fame” ha effetti collaterali particolarmente insidiosi per la coppia. Quando si ha fame si diventa aggressivi e si fa fatica a sopportare gli altri, gli esperti spiegano che cosa accade nel cervello quando si sente “minacciato” a causa della carenza di glucosio nell’organismo.

Ad amplificare “l’effetto ‘hangry’ c’è anche la produzione di adrenalina, che avviene quando i livelli di glucosio nel sangue scendono sotto una certa soglia, per cui il cervello invia istruzioni ai vari organi per sintetizzare e rilasciare ormoni che aumentano la quantità di glucosio nel sangue.

Pochi zuccheri, tanti litigi, altro che luogo comune, a dimostrarlo, prove alla mano, ci hanno pensato fior fiore di esimi scienziati. Secondo un recente studio condotto su 107 coppie sposate, pubblicato online su Pnas, il vero detonatore della rabbia sarebbe infatti la fame, in particolare quella di zuccheri.

LEGGI ANCHE: I 4 pilastri della coppia che funziona nel tempo

la carenza di zuccheri nel sangue a scatenare l’aggressività reciproca, trasformando anche i partner più mansueti in belve pronte a sferrare l’attacco. Bushman ha infatti spiegato: “Il glucosio è la benzina del cervello e l’autocontrollo necessario per tenere a freno gli impulsi aggressivi richiede energia. Benché il cervello rappresenti appena il 2% del peso corporeo totale, infatti, consuma il 20% circa delle calorie che ingeriamo”.

Il senso di stanchezza è il primo sintomo che l’organismo accusa in mancanza di sufficiente glucosio per il cervello, poi con il senso di fame non solo anche le attività di routine sembrano eccessivamente faticose, ma psicologicamente subentra il senso di frustrazione e la rabbia.

In generale inoltre è stato dimostrato che proprio la pratica della dieta rende nervosi ed aggressivi. A dimostrare questa tesi è uno studio della Northwestern University, pubblicato dal Journal of Consumer Research. Il risultato è che chi si sottopone ad un regime dietetico controllato subisce variazioni negative di umore ed ha più probabilità di comportarsi in modo aggressivo verso le persone che lo circondano. Alla base di questa tesi, vi sono alcuni esperimenti che hanno dimostrato come chi è a dieta può soffrire di stress e nervosismo. I ricercatori hanno chiesto ad un gruppo di persone di scegliere di mangiare una mela o una barretta di cioccolato e poi di guardare un film.

“Abbiamo dimostrato – spiegano gli autori – che esercitare l’autocontrollo aumenta la probabilità che le persone diventino aggressive verso gli altri, e che in particolare essere a dieta rende irritabili. La ricerca ha dimostrato che chi sta cercando di controllarsi riguardo al cibo è più suscettibile e bisognerebbe tenerne conto nelle campagne contro l’obesità, scegliendo messaggi più positivi”.

Author: Se red

Share This Post On