Chi non sta bene con se stesso si annoia facilmente

Molto spesso le persone si ritrovano a dover fare i conti con la noia, cercando di scacciarla o evitarla in svariati modi. Le persone si annoiano quando non hanno come riempire le proprie giornate o peggio i propri vuoti ma come mai tutto questo?

Secondo gli esperti di comunicazione, le persone che si annoiano tendono a non stare bene con se stesse a vivere in uno stato di profondo malessere generale. In particolare, la noia nasce dal fatto non riuscire a provare interesse per le cose che si fanno e per le persone che vi circondano. Chi si annoia costantemente, prova uno stato di profondo disagio interiore che non sa come colmare. La persona che soffre di noia, in genere, sogna spesso un cambiamento radicale, qualcosa che aggiunga colore alla propria esistenza ma nel concreto non è capace indicare bene che cosa potrebbe migliorargli la vita e come. Insomma, la persona che si annoia spesso non sa come far passare questo stato di sofferenza psicologica.

La noia, inoltre, è un sentimento che segnala un rapporto alterato con i propri bisogni più profondi e chi si annoia spesso, non riesce a trovare dei sogni, uno scopo alla propria esistenza, qualcosa che lo motivi veramente a vivere e a divertirsi, a crearsi degli interessi nuovi, dei nuovi amici, insomma un nuovo spazio vitale. La noia ferma il tempo soggettivo e questa condizione provoca al corpo ed alla mente, un profondo disagio e insofferenza interiore, visibile anche agli altri soggetti. Tuttavia, anche altri studiosi che si sono occupati della noia, invece, hanno sostenuto che l’essere disinteressati e annoiati, serve a migliorare tutto.

Come spiega Peter Toohey: “nei periodi in cui crediamo di essere annoiati il nostro cervello rielabora i pensieri inconsci per poi portarli all’attenzione della coscienza. Il “diritto alla noia” è un problema sociale, economico, filosofico. Spesso i momenti di ozio si presentano quando siamo da soli: apprezzarli significa gestire anche la solitudine”.

Di solito però le persone quando si annoiano cercano nuovi stimoli per combattere questo stato di insofferenza e ozio e cercano di emergere dall’oblio della noia per interessarsi a qualcosa. Però le persone che non vogliono e credono di essere incapaci a combattere questa noia, di solito sono depressi, non hanno un buon comportamento verso se stessi e tendono anche ad allontanare gli altri. Dunque, per combattere e prevenire la noia e la solitudine interiore è consigliato:

1. Cambiare la routine:

Un primo inizio potrebbe essere quello di cambiare le abitudini quotidiane della vita. Spezzare con la routine e crearsi nuove strade e nuovi impegni, anche nel corso di una giornata già programmata, potrebbe portare la persona apatica e annoiata a provare una sorta di emozione nell’affrontare una cosa nuova e non programmata.

2. Trovare hobby solitari:

Per star bene con gli altri bisogna prima imparare a star bene con se stessi e per combattere il senso di malessere e quindi di noia è fondamentale fare cose che vi divertano anche senza gli altri, che vi motivino e che vi invitino a godervi la vostra solitudine o il vostro momento di vuoto.

Author: Se red

Share This Post On