Usi filtri usi su Instagram? I tuoi gusti dicono molto sulla tua salute mentale

Ti piace scattare foto e pubblicarle con stile sui social network? Fai attenzione perchè le ultime ricerche scientifiche hanno scoperto qualcosa di interessante su Instagram. Usi molti filtri? Secondo la scienza i tuoi gusti dicono molto sulla tua salute mentale e devi farci attenzione…

Secondo una ricerca scientifica dell’università del Vermont, infatti, la scelta dei filtri utilizzati per modificare le immagini, nonché il soggetto ripreso, sarebbero indicatori importanti dello stato di salute mentale degli utenti e un’analisi dei post sul social fotografico potrebbe essere fondamentale per prevenire i disturbi psichici.

Il candidato al Dottorato presso l’Università di Harvard Andrew Reece e l’assistente alla cattedra dell’Università del Vermont Chris Danforth, hanno effettuato una ricerca ed è emerso che alcuni tipi di foto e i filtri o altri ritocchi utilizzati forniscono informazioni sulla salute mentale delle persone, rappresentano una sorta di messaggio subliminale.

Loading...

Per arrivare a tale conclusione l’algoritmo elaborato dagli studiosi ha vagliato ben 43950 fotografie pubblicate su Instagram, mentre gli scienziati hanno intervistato le 166 “cavie”, di cui il 50% ha confessato di aver avuto problemi depressivi nei 3 anni precedenti. Gli studiosi Chris Danforth e Andrew Reece spiegano allora: “Questo algoritmo a volte può rilevare la depressione prima che venga effettuata la diagnosi clinica e può spingere le persone ad andare prima da un dottore”. Da oggi, allora, scorreremo le foto su Instagram con un altro occhio.

Il team che ha realizzato lo studio, in particolare ha pubblicato sulla rivista scientifica EPJ Data Science, ha settato dei pc per scansionare gli scatti su Instagram di 166 volontari e individuare in tal modo chi soffriva di depressione tra loro. L’esperimento ha funzionato, perché chi è in una fase negativa della sua vita lascerebbe degli indizi precisi sulla propria bacheca virtuale.

Un diverso studio realizzato nell’ambito delle ricerche dell’Università della Pennsylvania, definisce invece che attraverso le foto Instagram addirittura diverse personalità.

LEGGI ANCHE: Le coppie veramente felici non pubblicano foto su Facebook

Parlando di selfie invece, secondo uno studio della California State University, le persone più attive sui social media e in particolare propense al selfie, presentano spesso i tratti della personalità narcisistica. In particolare gli esperti californiani hanno potuto riscontrare che chi utilizza di più Facebook per postare selfie e aggiornamenti di status, ha punteggi più alti nei test di misurazione del narcisismo. Un risultato simile è venuto fuori da una analoga ricerca condotta dall’università del Michigan su Twitter.

Loading...

Secondo il DSM-IV, il narcisismo è un disturbo della personalità caratterizzato da bisogno di ammirazione eccessiva e mancanza di empatia verso gli altri, che si accompagna a un senso di superiorità. Già da queste poche caratteristiche si può intuire come i social network alimentino e allo stesso tempo siano un ottimo spazio in cui esprimersi per una personalità narcisistica.

Se il disturbo di personalità narcisistica è la causa più frequente della sindrome da selfie, altri studi dimostrano che dietro un uso eccessivo dei social potrebbero nascondersi anche altre patologie, come depressione, iperattività, voyeurismo e dipendenza da internet.

Loading...

Author: Se red

Share This Post On