Avere dei segreti fa male alla salute

Sapete mantenere un segreto senza svelarlo a nessuno? Complimenti se ci riuscite ma fate attenzione alla vostra salute perché gli esperti hanno scoperto delle cose molto interessanti che dovete assolutamente sapere per il vostro bene.

Uno studio pubblicato sul Journal of Experimental Psychology” spiega come non confessare l’inconfessabile ci danneggi ogni giorno. In particolare, la necessità di non raccontare a nessuno ciò che si viene a sapere (o ciò che abbiamo fatto) genera ansia e richiede uno grande sforzo emotivo e psichico. Secondo il team della Tufts University, è la paura del giudizio negativo degli altri a farci scegliere l’opzione del silenzio. Quello che temiamo, insomma, è la vergogna.

Dalle indagini è emerso che il 95% delle persone ha dei segreti e, in media, non ne rivelano ben 13 alla volta. Cinque di questi riguardano qualcosa di inconfessabile ed è per questo che non ne abbiamo mai parlato a nessuno. Tra i segreti che vengono mantenuti più di frequente gli esperti riportano quelli riguardanti le fantasie fisiche o romantiche verso qualcuno che non è il proprio partner, problemi finanziari o di famiglia, ambizioni lavorative, mancanza di autostima, insicurezze profondo ed in alcuni casi l’aver avuto un aborto.

Per descrivere tale sensazione, gli scienziati hanno utilizzato una metafora precisa, quella del sollevare uno zaino pieno di sassi. Dai risultati è emerso che nessuno delle 1000 “cavie”, poi, ha potuto vantarsi di non avere nulla da nascondere e la media dei segreti mantenuti da ognuno di noi è di 13 nel corso degli anni; 5 di essi, poi, non li abbiamo mai rivelati proprio a nessuno.

LEGGI ANCHE: Le persone amano le bugie. Ecco il motivo

Secondo i ricercatori, l’abitudine di tenersi tutto per sé aumenta i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress. Questo può portare a problemi intestinali e metabolici, a pressione alta, a invecchiamento della pelle e a un sistema immunitario debole. A provocare questo, però, non è tanto nascondere i segreti, ma pensarci di continuo.

Infine, per capire che cosa in particolare riteniamo sia inconfessabile, i ricercatori hanno catalogato i segreti dei volontari con 38 diverse etichette.

Ricordiamo anche che alcuni studi precedenti avevano anche dimostrato che chi nascondeva delle cose agli altri tendeva poi a giudicare in modo diverso, e negativo la realtà. Ad esempio, le distanze vengono percepite come più lunghe del reale e le salite più difficili.

I ricercatori della Columbia, nel paper pubblicato sulla rivista scientifica Personality and Social Psychology, ci raccontano anche che chi porta segreti tende a dimostrarlo fisicamente, camminando come se avesse un vero peso sulle spalle, ma aggiungono che le conseguenze peggiori si verificano quando i segreti diventano ossessioni ed entrano a gamba tesa nei pensieri quotidiani rovinando, di fatto, la vita.

Tuttavia qui quello che emerge però, come spiega il dottor Michael Slepian che ha condotto lo studio, è che più della quantità e della natura dei segreti, a farci soffrire è il tempo che dedichiamo loro, per lo più involontariamente; cioè quanto spesso la mente viene visitata dai pensieri sui segreti che nascondiamo.

loading...

Author: Se red

Share This Post On