Lei è più generosa di lui. Il cervello funziona diversamente

Gli uomini lo avranno sicuramente notato più di una volta ma ora anche la ricerca scientifica lo ha confermato. Le donne sono più generose degli uomini perchè il cervello funziona in modo totalmente diverso.

La ricerca che porta a questa conclusione è stata fatta dall’Università di Zurigo, che ha notato come il cervello femminile si attivi maggiormente nelle aree predisposte alla gratificazione, nel momento in cui la donna regali qualcosa o faccia qualcosa per gli altri. Insomma a lei dà più soddisfazione e piacere donare, a lui tenere per sé.

Esistono anche veri e propri farmaci in grado di inibire tale gratificazioni, che restano comunque indotte sin dai primi anni di vita. La ricerca, come riporta il sito dell’Ansa è stata pubblicata sulla rivista Nature Human Behavior e sembrerebbe avvalorare l’idea che vi siano inclinazioni femminili e maschili, lei verso attività rivolte agli altri, lui più competitivo e individualista anche se, fa notare Alexander Soutschek che ha condotto il lavoro, questo studio non dimostra che tali differenze siano innate, ma la sorpresa è che possono non essere innati ma derivanti dall’educazione culturale con cui si cresce.

Loading...

Per comprendere più a fondo il fenomeno gli studiosi elvetici in un secondo esperimento hanno somministrato un farmaco in grado di bloccare la dopamina e dunque il sistema di ricompensa. Incredibilmente, il test farmacologico ha invertito la situazione: le donne sono diventate più egoiste e gli uomini più prosociali.

In media, riferisce lo studio ripreso da Time, donano il 40% in più dei maschi, indipendentemente dal loro reddito; non solo: oltre a donare di più in termini quantitativi, donano più frequentemente. Un esempio: Una famiglia in cui la donna è l’unico percettore di reddito, e che guadagna complessivamente circa 100mila dollari l’anno, donerà in media tra i 1000 e i 1900 dollari l’anno in più di una famiglia con lo stesso reddito in cui a portare a casa i soldi è il marito. In una ricerca diversa sono stati valutati anche qui i livelli di capacità di donare rispetto agli uomini.

LEGGI ANCHE: Il cervello delle donne è molto più attivo di quello degli uomini

La ricerca, intitolata “Women Give 2010” è la prima che prende in esame le attitudini alla donazione per genere. Le donne, anche in questo caso, sono meno risultate maggiormente propense a sostenere finanziariamente le associazioni che si occupano di arte e cultura, mentre sorpassano del 55% gli uomini quanto a donazioni alle cause internazionali, del 42% per le donazioni ad associazioni religiose e del 32% per quelle a favore dei gruppi di sostegno alla famiglia e ai bambini.

Un altro dato interessante riguarda la maggiore generosità registrata tra chi è stato sposato (donna o uomo non importa) e chi non ha mai messo l’anello al dito: il gruppo in assoluto più generoso è costituito dai maschi vedovi (il 71% di loro fa donazioni), seguito dalle vedove (67%) e dalle donne separate o divorziate (56%). All’ultimo posto in classifica, gli scapoli.

Loading...

Inoltre anche riguardo ai trapianti le donne sono risultate più generose. A mettere in rilievo la differenza di percentuale, è stato proprio il Centro Nazionale Trapianti. Sentite le cifre, che “parlano”, senza bisogno di commenti: considerando le coppie, il 71,4% di donazioni, proviene dalla parte femminile, mentre appena il 24,4% dei partner uomini è disposto a fare altrettanto per la propria compagna. I dati sono ufficiali, e sono stati presentati nel corso della Giornata Nazionale per la Donazione degli Organi, che si è celebrata il 26 maggio. Meditate uomini, meditate.

Loading...

Author: Se red

Share This Post On